Elenco Banche Italiane: Cosa Bisogna Sapere!

0
725
elenco banche italiane quali sono

Elenco banche italiane: quali sono le principali banche nel nostro Paese?

Sicuramente, se vuoi avere l’opportunità di scegliere un conto corrente presso un istituto di credito, ti converrebbe sapere quali sono le migliori banche italiane.

In questo modo potrai scegliere meglio e potrai evitare di aprire il conto presso una banca a rischio.

Per poter riuscire in questa operazione, dovresti conoscere l’elenco rating banche italiane, in modo da valutare la sicurezza e la solidità degli istituti di credito.

Esiste un vero e proprio elenco banche italiane a rischio default, che può fare al caso tuo, specialmente se vuoi considerare come parametro di valutazione il CET1 banche italiane.

Ma andiamo più nello specifico e vediamo dettagliatamente l’elenco banche italiane, che ti potrà essere utile, se hai intenzione di scegliere un istituto di credito per aprire il tuo conto corrente e per gestire in maniera oculata i tuoi risparmi.

L’elenco degli istituti di credito principali

Ma qual è l’elenco banche italiane, che ti possiamo fornire, per darti un’idea di quante opportunità tu abbia nello scegliere l’istituto di credito che più possa fare al caso tuo?

Ti forniamo delle banche italiane un elenco esaustivo:

  • Unicredit;
  • Monte dei Paschi di Siena;
  • Intesa Sanpaolo;
  • Banco Popolare;
  • Banca Nazionale del Lavoro;
  • Banca Popolare di Milano;
  • Banco di Napoli;
  • Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza;
  • Banca Popolare di Vicenza;
  • Banca Popolare dell’Emilia Romagna;
  • Credito Emiliano;
  • Banco di Sardegna;
  • Veneto Banca;
  • Cassa di Risparmio del Veneto;
  • Banca Piccolo Credito Valtellinese;
  • Banca Popolare di Bergamo;
  • Banca Carige;
  • Deutsche Bank;
  • Banco di Brescia San Paolo;
  • Banca Popolare di Sondrio;
  • Banca delle Marche;
  • Banca Sella;
  • Unipol Banca;
  • Cassa di Risparmio di Firenze;
  • Banca Carime;
  • Banca Regionale Europea;
  • Credito Bergamasco;
  • Banca Popolare Commercio e Industria;
  • Banca Popolare di Ancona;
  • Banca dell’Adriatico.

Ti abbiamo fornito l’elenco banche italiane, che non è tanto un elenco banche italiane per dimensione, ma un elenco banche italiane per numero di filiali.

In questa guida vogliamo soffermarci di più sull’elenco banche italiane, che puoi utilizzare come punto di riferimento per l’apertura di un conto corrente.

Ecco perché vogliamo fornirti anche le banche italiane a rischio elenco.

Le banche italiane a rischio

In seguito agli stress test 2018, sono state esaminate molte banche italiane.

Molti istituti di credito hanno dato segni di sicurezza e la situazione è risultata, nel complesso, migliore rispetto al passato.

Infatti, mentre nel 2017 c’erano nel nostro Paese 14 istituti sottoposti a commissariamento da parte della Banca d’Italia, nel 2018 sono risultati soltanto in 3.

È quindi questo l’elenco banche italiane a rischio, secondo la situazione esaminata nel 2018:

  • Istituto per il Credito Sportivo;
  • BCC di Cittanova;
  • Banca Sviluppo Economico Spa.

Le banche più sicure

Per sapere quali sono le banche più sicure in Italia, dobbiamo prendere in considerazione differenti fattori.

Primo fra tutti il livello di patrimonializzazione, come accade in realtà per tutte le aziende che operano sul mercato.

Potresti prendere in considerazione soprattutto il CET1 Ratio.

Secondo questo indicatore, più esso è alto, più la banca risulta in buono stato di salute.

Altroconsumo ha effettuato nel 2017 uno studio molto importante, che ha tenuto conto di 340 istituti in Italia.

La ricerca ha preso in considerazione diversi fattori, come il CET1 Ratio e il Total Capital Ratio.

A ciascuna banca è stato attribuito un certo punteggio.

Le migliori banche italiane sono risultate secondo questo elenco banche italiane (considerando il rating banche italiane elenco):

  • Banca Progetto Spa;
  • Aletti e c. Banca di Investimento Immobiliare;
  • Widiba;
  • ICCREA Banca;
  • BCC di Napoli;
  • BCC di Turriaco;
  • BCC di Laurenzana e Nova Siri;
  • Banca Leonardo;
  • Banca di Sconto e C.C. S. Maria Caputa Vetere;
  • BCC Santeramo.

Le banche più solide secondo BCE

Anche la Banca Centrale Europea richiede determinati requisiti, perché possa attribuire un criterio di solidità agli istituti di credito.

Per questo ha sottoposto le banche italiane ad un esame a livello patrimoniale e a dei test di risk management, dai quali è risultato un elenco banche italiane improntato alla solidità.

Si tratta di:

  • Intesa Sanpaolo – CET1 12,8% e Total Capital Ratio 17,2%;
  • Unicredit – CET1 8,75% e Total Capital Ratio 12,25%;
  • UBI Banca – CET1 7,5% e Total Capital Ratio 11%;
  • Credem – CET1 6,75% e Total Capital Ratio 10,25%;
  • BPER – CET1 7,25% e Total Capital Ratio 10,75%.

La classifica di Corriere.it e dell’Università Bocconi

Corriere Economia, in uno studio in collaborazione con l’Università Bocconi, nel 2017 ha analizzato gli istituti di credito in Italia, cercando di capire quali sono le banche più sicure nel nostro Paese.

Sono stati presi in considerazione 7 Ratio differenti.

In particolare sono stati considerati l’andamento in Borsa, il Ratio di redditività sul totale attivo, gli indici che riguardano la patrimonializzazione (CET1, Tier 1, Total Capital Ratio), due indicatori sintetici del costo annuo.

La classifica è risultata secondo il seguente elenco banche italiane:

  • Intesa Sanpaolo – 114 punti;
  • UBI Banca – 111 punti;
  • Banco Popolare – 101 punti;
  • Credem – 101 punti;
  • BPM – 95 punti;
  • MPS – 85 punti;
  • BPER – 85 punti;
  • Credito Valtellinese – 80 punti;
  • Banca Carige – 71 punti;
  • Unicredit – 81 punti.

Come scegliere la banca migliore

Avendoti fornito l’elenco banche italiane, sicuramente avrai molte informazioni in più per scegliere la banca che ritieni migliore per aprire un conto corrente.

Comunque ci sono diverse variabili da considerare.

Purtroppo non esiste un unico fattore che possa far ricadere la scelta sull’istituto più sicuro, perché in assoluto non possiamo essere determinati.

Considera sempre le dimensioni dell’istituto di credito.

Infatti, in linea generale, sarebbe meglio scegliere un grande gruppo bancario piuttosto che un istituto di credito piccolo.

Tutto ciò non per pregiudizi, ma più che altro perché la BCE e Bankitalia sono più attente nel vigilare sui grandi istituti bancari, che operano anche a livello europeo.

Inoltre ti devi ricordare che le più grandi banche sono obbligate a fornire tutte le informazioni possibili ai correntisti.

Proprio sui grandi gruppi bancari puoi trovare più facile accesso alle notizie che riguardano la loro attività e gli azionisti hanno la possibilità di saperne di più sui grandi fondi di investimento, sui fondi pensione e sull’intero patrimonio bancario dell’istituto.

SUL NOSTRO SITO SULLE BANCHE ITALIANE PUOI TROVARE MOLTO ALTRO ANCORA: VAI QUI!

Redazione Contocorrente.net
Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here