Quanto Costa Aprire un Conto Corrente Postale? Tutte le Info!

0
2334
Quanto costa aprire un conto corrente postale vantaggi

Quanto costa aprire un conto corrente postale?

Se ti stai facendo questa domanda, continua a leggere questa guida.

Ti daremo tutte le informazioni sulla procedura per aprire un conto corrente postale, una valida alternativa ad un classico conto corrente che puoi attivare in una banca italiana.

Esistono nello specifico differenti tipi di conto corrente postale, che fanno riferimento alle possibilità offerte dal settore BancoPosta.

In ogni caso si tratta di un servizio molto interessante messo a disposizione da Poste Italiane, che nel corso del tempo è diventato davvero richiesto dagli utenti del nostro Paese.

Il conto BancoPosta è un prodotto completo, che può essere considerato flessibile per le sue caratteristiche.

Al conto di base, infatti, possono essere aggiunti ulteriori servizi molto utili, che arricchiscono il conto Posta e lo rendono ancora più completo.

Per sapere quanto costa aprire un conto corrente postale, dobbiamo fare riferimento alle differenti tipologie di conto BancoPosta.

Con l’aggiunta di ulteriori servizi, il costo tenderà ad aumentare, ma in genere dobbiamo ricordare che l’apertura del conto corrente postale è un’operazione completamente gratuita.

Se vuoi sapere tutti i dettagli su quanto costa aprire un conto corrente postale, continua a leggere questa guida!

Le differenze con un conto corrente bancario

Innanzitutto diamo uno sguardo alle differenze che ci possono essere tra un conto corrente di Poste Italiane e un prodotto dello stesso tipo messo a disposizione da una banca.

Il conto corrente bancario è offerto da un istituto di credito e consente di svolgere diverse operazioni, oltre al deposito di certe somme di denaro.

Puoi, infatti, effettuare prelievi, gestire i pagamenti delle utenze domestiche e ottenere degli interessi in base al denaro depositato sul conto.

In genere il costo di un conto bancario dipende da diversi fattori, come le imposte, il canone che deve essere pagato annualmente e il numero delle operazioni che vengono effettuate attraverso il conto corrente.

I conti Posta sono degli strumenti che hanno subito un’evoluzione nel corso del tempo.

Negli anni con il conto BancoPosta è stato possibile utilizzare delle funzionalità avanzate, ad esempio con la gestione degli assegni.

Altre opzioni sono quelle che riguardano per esempio i pagamenti elettronici.

Poste Italiane offre anche una piattaforma avanzata di internet banking, con la possibilità di gestire tutte le operazioni relative al conto direttamente da casa o attraverso un dispositivo tecnologico mobile.

Ma prima di sapere aprire un conto corrente postale quanto costa, vediamo anche se esistono degli specifici limiti nell’utilizzo di un conto corrente postale.

Pro e contro

Cerchiamo di comprendere nello specifico quali sono i vantaggi nella gestione di un conto corrente con Poste Italiane.

Senza dubbio uno degli aspetti positivi di rilievo è costituito dall’affidabilità delle Poste.

La presenza di numerosi sportelli in tutto il territorio italiano rende la gestione di un conto corrente postale molto semplice.

I prelievi possono essere effettuati in qualsiasi sportello automatico (questi ultimi sono più di 7.000 in tutta Italia).

Inoltre è possibile operare facilmente sia allo sportello che attraverso la piattaforma di internet banking di Poste Italiane.

Direttamente dagli sportelli è possibile gestire anche le carte messe a disposizione dalle Poste, come la PostePay, ad esempio effettuando le ricariche.

Inoltre il conto BancoPosta in certi casi dà la possibilità di usufruire di sconti attraverso dei programmi specifici che coinvolgono esercizi commerciali convenzionati.

Ma esistono degli svantaggi nell’uso di un conto corrente postale?

Analizziamoli nello specifico, prima di vedere quanto costa aprire un conto corrente postale.

Senza dubbio devi considerare che gli uffici postali sono sempre abbastanza affollati, con particolare riferimento ad alcune ore del giorno e ad alcuni giorni della settimana.

Tieni in considerazione questo aspetto se ritieni di avere la necessità di fare affidamento agli sportelli fisici in tutta Italia.

Ovviamente questo non è un aspetto negativo se hai intenzione di svolgere la maggior parte delle operazioni direttamente attraverso la rete, grazie ai servizi di home banking di Poste Italiane.

Ricordati anche che, a differenza di quanto accade con le banche, per il conto corrente postale non è previsto il Fondo interbancario di tutela dei depositi.

Non si può usufruire quindi della garanzia offerta nei confronti del fallimento degli istituti di credito per le somme che sono depositate sul conto, fino ad un massimo di 100.000 euro.

Quanto costa

Vediamo adesso quanto costa aprire un conto corrente postale.

Ricordati che i vari costi possono cambiare in base alla tipologia di conto corrente scelta.

Rivolgiti al conto corrente di base se hai intenzione ad esempio di utilizzare poco questo strumento finanziario.

In questo modo potrai risparmiare, evitando delle opzioni aggiuntive che potrebbero comportare delle ulteriori spese e che magari non utilizzi.

In ogni caso aprire un conto corrente postale è un’operazione che non prevede dei costi.

Se l’apertura è completamente gratuita, ricordati però che devi pagare un canone annuale.

Per quanto riguarda il conto corrente di base, il costo annuale da sostenere per la gestione del conto corrisponde a 30,99 euro.

Si tratta nello specifico di 2,59 euro ogni mese.

Nel costo sono inclusi i servizi relativi all’home banking e al mobile banking.

Puoi ricevere l’estratto conto, al costo di 1 euro per ogni spedizione.

Esistono dei costi relativi ai bonifici effettuati.

Per quelli inviati verso un Paese europeo, è prevista una commissione di 1 euro.

Per quelli al di fuori dell’Unione Europea, le spese sono un po’ più alte.

Con il conto corrente sono a disposizione molti servizi, come il libretto degli assegni, una carta per prelevare o per effettuare pagamenti, la possibilità di accreditare lo stipendio o la pensione, l’opportunità di fare bonifici e di procedere con la domiciliazione delle utenze domestiche.

Non è previsto un costo per il recesso, se decidi di non utilizzare più il conto corrente postale.

Per effettuare questa operazione, ti consigliamo di recarti presso un ufficio postale, per informarti sulle modalità precise per terminare il tuo rapporto con Poste Italiane.

Ecco spiegato, quindi, quanto costa aprire un conto corrente postale.

Come aprire un conto Poste Italiane

La procedura per aprire un conto corrente con Poste Italiane è semplicissima.

Non devi fare altro che recarti presso un ufficio postale.

Qui riceverai tutte le indicazioni per l’apertura del conto corrente e il modulo specifico, che dovrai compilare e firmare.

Inoltre il consulente di Poste Italiane ti chiederà alcuni documenti nello specifico.

Stiamo parlando ad esempio di un documento di identità e del codice fiscale.

Inoltre dovrai fornire un numero della partita IVA, se sei un libero professionista.

Se sei un cittadino italiano con residenza in un Paese estero, potrai anche fornire un certificato di residenza oppure un documento che attesti l’iscrizione all’AIRE.

Redazione Contocorrente.net
Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here