N26 vs Revolut: I 2 Conti a Confronto!

0
1602
n26 vs revolut opinioni confronto

N26 vs Revolut?

Se vuoi scegliere l’uno o l’altro conto, può essere una domanda che viene spontaneo porti.

In questo articolo ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno!

Partiamo già con il dire che si tratta di due conti correnti piuttosto flessibili e che cercano di accontentare tutte le esigenze degli utenti.

Ma quali differenze ci sono nel considerare N26 vs Revolut? Quali caratteristiche specifiche devi considerare quando metti a confronto Revolut vs N26?

E come possiamo veramente operare un confronto preciso di Revolut vs N26 per poter scegliere al meglio?

Entrambi questi conti correnti usano degli strumenti tecnologici all’avanguardia e si avvalgono di servizi di home banking, per dare la possibilità di gestire al meglio tutte le operazioni finanziarie di cui si abbia la necessità.

Infatti, grazie a dei servizi specifici che utilizzano internet e a delle applicazioni dedicate, sia N26 che Revolut permettono ai loro clienti di agire molto rapidamente in qualsiasi situazione e in qualunque momento, garantendo anche un certo risparmio di tempo.

Forse, nel considerare N26 vs Revolut, possiamo dire che è veramente finita l’epoca delle operazioni presso gli sportelli fisici, visto che entrambi questi conti correnti si basano sulle operazioni online.

È questo l’aspetto in comune che hanno.

N26 e Revolut: confronto delle caratteristiche

N26 vs Revolut: va considerato il concetto anche per quanto riguarda le caratteristiche che interessano i piani tariffari e le operazioni che questi due conti permettono di effettuare.

Entrambi hanno dei piani base gratuiti, che quindi non implicano il pagamento di un canone.

L’unico costo che si deve sostenere è quello della ricezione della carta di pagamento, che, sia nell’uno che nell’altro caso, corrisponde a 6 euro.

Poi ci sono dei piani tariffari che prevedono invece il pagamento di un canone.

Per esempio prendiamo in considerazione N26 Metal vs Revolut Metal.

Nel caso di N26 il Metal comporta il pagamento di 16,90 euro al mese. Revolut offre il conto Metal a 13,99 euro mensili.

I piani a pagamento non comportano costi per la spedizione della carta e danno la possibilità di prelevare maggiori somme di denaro presso tutti gli sportelli bancari.

Da questo punto di vista c’è una differenza: Revolut prevede una commissione del 2% sul denaro prelevato, se si superano i 200 euro al giorno, per quanto riguarda il contratto standard.

La commissione va applicata sui 400 euro per il conto Premium e sui 600 euro per il conto Metal.

Da considerare anche delle caratteristiche differenti per quanto riguarda N26 YOU vs Revolut Premium.

N26 propone il conto YOU a 9,90 euro al mese e Revolut offre il Premium a 7,99 euro mensili.

Questi piani comportano l’opportunità di fare pagamenti gratis in ogni valuta e la possibilità di prelevare una maggiore cifra gratuitamente rispetto a quello che è previsto dal piano standard.

N26 vs Revolut: uso all’estero

Entrambi i conti sono particolarmente flessibili e versatili e consentono di operare in maniera molto significativa anche all’estero.

Ecco perché molti utenti li scelgono proprio in ottemperanza a questa caratteristica.

Ci sono comunque delle differenze da mettere in rilievo, perché per esempio Revolut può essere considerato un piano più conveniente per coloro che viaggiano spesso in Paesi esteri e che hanno bisogno di prelevare denaro contante.

È da dire che N26 fornisce il prelievo in area extra Unione Europea ad un costo ridotto.

Tuttavia Revolut ha un vantaggio maggiore, perché fornisce questo servizio gratis già a partire dal conto standard, che non comporta il pagamento di un canone.

Per poter usufruire di questa possibilità con N26, gli utenti dovrebbero attivare almeno la versione YOU del conto corrente.

Le assicurazioni

N26 e Revolut o meglio ancora N26 vs Revolut. È proprio il caso di dirlo!

Anche per quanto riguarda le assicurazioni che i conti mettono a disposizione dei clienti che scelgono questi istituti di credito.

Ma andiamo con ordine. N26 mette a disposizione un’assicurazione per i clienti che vanno all’estero con piani superiori a quello base.

Le garanzie riguardano delle coperture che si riferiscono al campo sanitario, all’annullamento viaggio, allo smarrimento bagagli e al furto dello smartphone.

Per quest’ultimo punto anche Revolut ha un piano assicurativo molto vantaggioso, perché prevede un’assicurazione che riguarda l’eventuale rottura dello smartphone o il suo danneggiamento.

Inoltre Revolut mette in campo anche un’assicurazione sanitaria. Quest’ultima può essere attivata a livello giornaliero oppure può essere annuale.

Se dovessi avere problemi con le carte, per esempio in caso di furto, sia N26 che Revolut prevedono la sospensione del funzionamento delle carte stesse.

Addirittura i clienti possono richiedere il blocco delle carte anche per un certo numero di ore, a seconda delle situazioni in cui si trovino.

È meglio N26 o Revolut?

La domanda è sempre la stessa, nel caso consideriamo N26 vs Revolut. Qual è meglio fra questi due conti correnti?

In realtà è veramente difficile rispondere con precisione a questa domanda.

Anche considerando le opinioni di chi ha provato sia N26 che il conto Revolut, si può constatare come entrambi i prodotti finanziari possano essere considerati ottimi.

Sono diversi i punti di vista che riescono a farci vedere i vantaggi che comportano entrambi i conti correnti.

Soprattutto la gestione home banking e la possibilità di effettuare operazioni online comportano dei vantaggi ben evidenti rispetto al ricorso alle banche fisiche.

Le opinioni dei conti correnti

Possiamo trovare però una differenza.

N26 sicuramente è un prodotto che si rivolge più ai clienti che amano una maggiore aderenza ai servizi tradizionali.

I costi sono particolarmente ridotti e gli utenti possono usufruire delle procedure online e dell’app.

Revolut può essere rivolto ad un’utenza un po’ più esperta.

È per esempio molto comodo più che altro per quanto riguarda i pagamenti che hanno a che fare con l’estero.

Tutto ciò però non vuol dire che sia complesso da utilizzare, anzi i meccanismi per eseguire le operazioni sono piuttosto intuitivi.

In realtà, quindi, non possiamo dire quale sia meglio. Tutto dipende dalle nostre esigenze e dal tuo target di riferimento.

Se vuoi un prodotto più simile ai conti tradizionali, puoi scegliere conto N26.

Se hai come target una maggiore apertura verso l’estero, potresti optare per conto Revolut.

In ogni caso ti troverai ad avere a che fare con prodotti finanziari dalle numerose caratteristiche vantaggiose, che potrai sfruttare a tuo piacimento, senza dover fare i conti con la fisicità degli sportelli bancari.

Ti forniamo approfondimenti e strumenti utili in questi due articoli da non perdere:

Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here