Conto Corrente Offshore: Caratteristiche, Come Aprirlo, Vantaggi!

0
551
conto-corrente-offshore-online

Il conto corrente offshore costituisce un’opportunità molto importante che viene messa a disposizione solitamente in riferimento ad alcuni territori specifici.

Si tratta soprattutto di Stati piccoli o insulari, in cui viene garantita ai risparmiatori l’opportunità di aprire un conto corrente seguendo un regime fiscale molto conveniente.

Una delle caratteristiche principali di questi prodotti bancari è rappresentata dalla segretezza.

Naturalmente questo non vuol dire che si tratta di un prodotto illegale, perché in ogni caso l’utente è obbligato a seguire le prescrizioni e le normative previste in ogni Paese di riferimento.

Ma scopri, attraverso questa guida sull’argomento, che cos’è un conto corrente offshore.

Cosa trovi nell'articolo:

Che cos’è

Un conto corrente offshore è un conto che viene, come abbiamo già precisato, aperto con possibilità importanti dal punto di vista fiscale, soprattutto nel senso del risparmio.

Per parlare di questo tipo di prodotto bancario, ci devono essere alcuni requisiti sostanziali.

Innanzitutto la sede fisica e legale dell’istituto presso il quale si apre il conto deve essere situata in specifici territori.

L’altra caratteristica consiste nel fatto che l’apertura di un conto corrente offshore deve essere connessa con un regime fiscale vantaggioso.

Il conto corrente offshore online è un’altra delle possibilità che puoi avere, sempre rispettando questi requisiti di cui ti abbiamo parlato.

In ogni caso si tratta del prevedere poche tasse o addirittura queste vengono azzerate sia per le persone fisiche che per le imprese.

Le caratteristiche

Quindi, come abbiamo già cominciato a vedere, il conto corrente offshore presenta delle caratteristiche peculiari.

Spesso alcuni pensano che i conti corrente di questo tipo siano davvero vantaggiosi solo per le imprese, solo per chi possiede un ampio patrimonio da gestire.

Invece non è così, perché anche i piccoli e medi imprenditori potrebbero beneficiare delle caratteristiche di questo prodotto bancario.

Esse consistono nelle tasse basse o nulle, nell’usufruire di regolamenti flessibili e comunque non particolarmente complicati, che prevedono la presenza di pochissime norme.

Altre caratteristiche fondamentali sono rappresentate dal rispetto del vincolo di segretezza bancario e dall’estrema flessibilità anche per ciò che riguarda la libertà di movimento dei capitali.

Infine c’è da dire che un conto corrente offshore dovrebbe garantire un funzionamento 24 ore su 24, nel corso di tutti i giorni dell’anno.

Perché aprirlo

Bisogna dire che ci sono dei Paesi che si configurano come dei veri e propri paradisi fiscali e che si prestano molto bene all’apertura di un conto corrente offshore.

I regolamenti, però, possono variare da un Paese ad un altro, per cui, a seconda delle finalità per cui si apre il conto corrente, bisogna essere molto ben informati.

Fra i Paesi che consentono l’apertura di un conto corrente di questo genere, ne possiamo ricordare alcuni: Panama, Isole Cayman, Isola di Man, Svizzera, Austria, Lussemburgo, Gibilterra, Principato di Monaco, Singapore, Isole Cook, Bahamas, Bermuda, Isole del Canale.

Ma perché aprire un conto corrente offshore online?

Ci possono essere esigenze molto differenti, anche che riguardano il tipo di patrimonio posseduto da un’impresa.

Per esempio in alcuni casi appare fondamentale il rispetto, per le proprie finalità, del principio della segretezza.

Altre volte aprire un conto corrente offshore significa poter beneficiare della movimentazione di fondi di investimento o depositare introiti che derivano da diritti di attività intellettuale.

Molti utenti aprono questo conto per avere la possibilità di fare investimenti nel mercato azionario o nel campo dell’edilizia.

Inoltre il conto corrente offshore si presta molto bene a quegli importi che derivano da successioni ereditarie, da assicurazioni sulla vita o dal commercio elettronico.

Come aprirlo

Come aprire un conto corrente offshore?

Prendiamo in considerazione le norme che riguardano questo aspetto.

Un tempo era molto difficile aprirlo, perché era obbligatorio recarsi personalmente nel Paese estero che offriva questa possibilità.

Oggi invece non è più così complicato.

È sufficiente scrivere una comunicazione tramite e-mail o rivolgersi per telefono alla banca di riferimento per procedere con tutta la pratica che riguarda l’apertura.

Ti puoi anche rivolgere ad uno studio legale specializzato, in modo da avere un consulente che ti aiuti a gestire tutta la procedura e in modo da semplificare le varie fasi burocratiche.

Devi naturalmente comunicare alcuni dati, che sono anche quelli essenziali che servono per aprire un conto corrente nel nostro Paese.

Devi comunicare il tuo nome e cognome, la data di nascita, la cittadinanza, la professione e l’indirizzo.

La banca avrà la necessità di verificare le informazioni che fornisci, per cui può essere che ti richieda l’invio di una copia del documento di identità.

Inoltre le banche devono controllare la residenza dell’utente, perché, proprio in base a questa, potrebbero cambiare le norme che riguardano il regime fiscale.

Generalmente è facile dimostrare la propria residenza, inviando anche l’ultima bolletta della luce o di un’altra utenza domestica.

Alcune banche, a seconda del Paese di riferimento, possono avere norme specifiche e quindi per esempio possono richiedere anche un’autenticazione da parte di un notaio per assicurarsi dell’identità del cliente.

Poi possono essere necessari anche altri documenti, per dimostrare che si tratti di guadagni leciti quelli che vuoi depositare sul conto corrente.

Questi documenti possono consistere, per esempio, nella busta paga o di altra documentazione che dimostri gli investimenti.

A volte, per esempio, quando si tratta di redditi che derivano da fondi assicurativi, potrebbe essere necessario l’invio di una lettera della compagnia assicurativa o, nel caso di transazioni immobiliari, copie dei contratti.

Per un capitale che deriva da eredità, potrebbe essere richiesto un documento dell’esecutore del testamento.

Come depositare e come ritirare

I conti delle banche offshore possono essere gestiti tramite trasferimenti internazionali, semplicemente attraverso un bonifico.

È proprio in questo modo che puoi depositare il tuo capitale su un conto offshore.

Spesso tieni conto del fatto che per l’esecuzione del bonifico le banche possono richiedere il pagamento di una commissione molte volte alta.

Anche le commissioni per i prelievi possono essere elevate.

Per ritirare da un conto corrente offshore puoi avere a disposizione anche una carta di debito o un bancomat.

I vantaggi

È conveniente aprire un conto corrente offshore?

La risposta a questa domanda non può che essere affermativa, perché ci sono molti vantaggi che derivano dall’avere a disposizione un prodotto bancario di questo tipo.

Sicuramente il vantaggio più rappresentativo è quello di ridurre il carico fiscale sui guadagni.

Inoltre si possono diversificare gli investimenti e si può avere una protezione contro l’instabilità politica ed economica che si può avere nel proprio Paese.

 

Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here