Aprire Un conto Corrente a San Marino: La Procedura da Seguire!

0
2212
come Aprire un conto corrente a san marino

Aprire un conto corrente a San Marino potrebbe essere davvero un’ottima idea per coloro che sono alla ricerca di alcune modalità alternative di gestire i loro risparmi.

Ma come funziona la gestione del conto e come fare per aprire un conto a San Marino?

In questa guida ti spiegheremo passo passo come aprire un conto corrente a San Marino.

In effetti devi considerare che le banche di San Marino possono costituire un punto di riferimento anche per chi, pur vivendo in Italia, decide di avere un conto all’estero.

Naturalmente San Marino con le banche ha bisogno di fare degli accertamenti, prima di consentire ad un cittadino residente in un altro Stato, quindi anche residente in Italia, di aprire un conto corrente a San Marino.

Una volta corrisposti tutti i requisiti necessari, dopo aver mostrato tutti i documenti in regola, è possibile procedere per avere un conto corrente utile alla gestione delle proprie risorse finanziarie.

Ma andiamo nei dettagli.

Sei pronto ad iniziare e scoprire come aprire un conto a San Marino?

Come funziona il sistema bancario a San Marino

Prima di analizzare la procedura vera e propria per aprire un conto corrente nella Repubblica di San Marino, iniziamo a capire come funziona il sistema bancario in questo piccolo Stato.

Tutto il sistema finanziario e bancario di San Marino comprende circa 12 banche.

A queste dobbiamo aggiungere circa 50 società finanziarie e all’incirca 30 intermediari assicurativi.

L’ente di controllo che sta a capo di tutto il sistema bancario è l’Agenzia di informazione finanziaria.

Quest’ultima ha un compito molto importante, perché effettua tutte le verifiche di monitoraggio, per evitare riciclaggi o finanziamenti illeciti.

L’agenzia collabora con altri enti a livello internazionale ed è stata istituita dalla Banca Centrale della Repubblica di San Marino.

In particolare ci sono dei Paesi verso i quali si rivolge una certa attenzione, soprattutto per evitare fenomeni di finanziamento al terrorismo.

I Paesi a livello internazionale che sono oggetto di attenti controlli sono per esempio alcuni come l’Iran, l’Etiopia, l’Indonesia, la Siria, la Turchia, il Vietnam e la Repubblica Democratica Popolare della Corea.

Banche San Marino

Ovviamente a questo punto non possiamo indicarti quali sono le Banche di San Marino.

Banca San Marino: la più conosciuta è la Banca di San Marino.

Noi te le indichiamo tutte:

  • Banca Agricola Commerciale
  • Banca Sammarinese di Investimento
  • Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino
  • Credito Industriale Sammarinese
  • Banca di San Marino

La procedura

Aprire un conto corrente a San Marino non è affatto difficile come molti possono pensare.

Alcuni addirittura ritengono che non sia possibile aprire un conto corrente presso questo piccolo Stato.

Si tratta soltanto di opinioni comuni che non trovano fondamento nella realtà.

La procedura da mettere in atto è la stessa che si deve seguire come quando si apre un conto corrente all’estero, in qualsiasi altro Stato.

Bisogna che tu abbia con te un documento di identità in corso di validità.

Ti puoi recare direttamente in una delle banche di San Marino.

Ricordati che il limite del contante in questo Stato corrisponde ad un massimo di 10.000 euro.

Se superi questa somma, entrando o uscendo dalla Repubblica di San Marino, devi compilare una dichiarazione che deve essere presentata alle autorità locali.

Inoltre hai l’obbligo di metterti in regola anche con il Fisco italiano dichiarando il tutto nel modello RW Unico Persone Fisiche, in modo da poter pagare le relative tasse.

Quando arrivi presso la banca di San Marino che hai scelto per l’apertura del tuo conto corrente, devi fornire alla banca tutti i dati che ti vengono richiesti.

Devi dichiarare che tutto corrisponde a verità, sotto la tua responsabilità.

In questo modo le autorità bancarie sammarinesi possono fare i controlli per evitare fenomeni come il riciclaggio, l’evasione fiscale e il terrorismo.

La banca si occupa anche di verificare l’identità del cliente.

Infatti l’identificazione del potenziale cliente non avviene soltanto attraverso la presenza fisica dello stesso o tramite il documento di identità.

Vengono messe in atto anche delle verifiche tramite strumenti informatizzati.

Le autorità bancarie effettuano anche dei controlli nei pubblici registri o nei documenti pubblici che possono essere consultati da tutti e che possono contenere informazioni su chi vuole aprire il conto corrente.

L’obiettivo è anche quello di valutare un’eventuale situazione di rischio.

Il segreto bancario

Si sente parlare tanto anche di segreto bancario a San Marino.

Sicuramente, se hai cercato informazioni sulla possibilità di aprire un conto corrente in questo Stato, avrai trovato molti riferimenti su San Marino e il segreto bancario.

In realtà bisogna fare una certa distinzione, perché fino a qualche tempo fa vigeva questo segreto bancario che permetteva di aprire un conto corrente a San Marino, con l’opportunità di nascondere al Fisco italiano delle rendite o dei movimenti e quindi di portare avanti veri e propri fenomeni di evasione fiscale.

Stiamo assistendo, però, ad uno scenario in cambiamento.

Infatti è stata stabilita una convenzione tra San Marino e l’Italia e sono stati stipulati degli accordi sotto le direttive anche della Guardia di Finanza, in modo da non dare più queste opportunità che possono cadere nell’illecito.

Le autorità hanno oggi più possibilità di effettuare controlli su tutti i conti correnti aperti a San Marino e su tutti i movimenti che provengono da San Marino o vanno verso San Marino.

La Repubblica con le sue banche deve comunicare tutti i saldi delle somme che vengono versate e un rendiconto complessivo di quanto viene prelevato su tutti i conti correnti.

L’imposta di bollo

Dal punto di vista fiscale c’è anche un’altra considerazione che devi sapere.

Se apri un conto corrente a San Marino, anche se il tuo conto è estero, comunque prevede l’applicazione dell’imposta di bollo, una misura che è stata introdotta dalla Legge di Stabilità 2013.

L’imposta di bollo sul conto corrente corrisponde a 34,20 euro per le persone fisiche e a 100 euro per le società.

Viene applicata sui saldi annuali che superano i 5.000 euro.

Ricordati sempre il limite contante di 10.000 euro, perché in tal caso, prima di transitare a San Marino, devi consegnare la tua dichiarazione presso i comandi o le sedi distaccate della Polizia.

Le autorità possono ispezionare, fare delle perquisizioni in auto, perquisire i bagagli e possono effettuare così controlli per verificare l’identità del dichiarante.

Con te devi avere sempre la ricevuta e la copia della dichiarazione che ti vengono consegnate dalle autorità, dopo aver comunicato i documenti.

La legge 17 giugno 2008 ha fatto riferimento anche ad un limite contante di 15.000 euro.

In particolare la norma prevede che il passaggio di una somma superiore a 15.000 euro, anche in caso di trasferimento di denaro in maniera frazionata, debba avvenire tramite un soggetto autorizzato.

VUOI TRASFERIRE I SOLDI ALL’ESTERO? LEGGI LA NOSTRA GUIDA: Come Trasferire Soldi all’Estero! Info e Regole!

TUTTE LE GUIDE CHE TI SERVONO: LE TROVI QUI!

Redazione Contocorrente.net
Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here