Cosa Serve per Aprire un Conto Corrente Bancario?

0
449
cosa serve per aprire un conto corrente postale

Cosa serve per aprire un conto corrente?

Quali sono i documenti necessari per mettere in atto questa procedura?

In questa guida rispondiamo a queste domande, spiegandoti per aprire un conto corrente cosa serve.

Non devi assolutamente pensare che ti servano moltissimi documenti.

La procedura da questo punto di vista è abbastanza semplice e in genere non vengono richiesti molti documenti per l’apertura di un nuovo rapporto con un istituto di credito.

Naturalmente devi possedere determinati requisiti, che ti indicheranno la possibilità o meno di aprire un conto corrente bancario o postale.

Se soddisfi i requisiti necessari, dei quali ti parleremo proprio in questo articolo, non sarà necessario presentare alla banca tantissimi documenti.

Il procedimento è nella maggior parte dei casi semplice e rapido.

La prima operazione che devi effettuare consiste nel leggere il contratto in tutti i suoi punti.

È un passo fondamentale, che potresti effettuare anche con l’aiuto di un esperto, che ti possa indicare tutte le clausole specificate dal contratto.

Ricorda infatti che alcuni di questi punti possono essere modificati, permettendo di venire incontro alle tue esigenze personali.

Sarà la banca stessa ad indicarti in seguito quali documenti dovrai presentare per sapere cosa serve per aprire un conto corrente.

Consegnando i documenti e firmando il modulo di contratto con la richiesta dell’apertura, il conto sarà nel giro di poco tempo attivo.

Se ti stai chiedendo cosa serve per aprire un conto corrente, quindi, continua a leggere!

Ti spieghiamo tutto nei dettagli.

I requisiti per aprire un conto corrente

L’apertura conti correnti, come dicevamo, non è un’operazione complicata.

Devi però poter soddisfare alcuni precisi requisiti, che indicano chi può aprire un conto corrente nel nostro Paese.

La prima regola necessaria, se vuoi sapere cosa serve per aprire un conto corrente in Italia, è quella relativa alla maggiore età.

Per aprire un conto corrente devi avere almeno 18 anni di età.

Inoltre il tuo nome non deve essere presente nel registro dei protestati.

Per quanto riguarda la residenza, in genere viene richiesto che il soggetto richiedente abbia una residenza in Italia.

Alcuni istituti di credito però permettono l’apertura del conto corrente alle persone che ad esempio studiano o lavorano nel nostro Paese, ma risiedono all’estero.

Se da almeno 6 mesi non hai un domicilio in Italia e se non sei residente nel nostro Paese da almeno 183 giorni, potrai ugualmente aprire un conto corrente.

Ricorda però che solitamente in questi casi dovrai sostenere delle spese maggiori per le commissioni e che a volte potresti usufruire di alcune operazioni limitate per quanto riguarda l’utilizzo del conto.

I documenti necessari per aprire un conto corrente

Una volta stabiliti i requisiti per l’apertura del conto, analizziamo adesso cosa devi avere nello specifico a portata di mano per aprire un rapporto con la banca.

Sicuramente devi avere a disposizione una copia di un documento di identità in corso di validità e una copia del codice fiscale.

Sono dei documenti fondamentali per l’apertura del conto corrente.

Poi alcune banche chiedono anche una copia del certificato di residenza.

Se possiedi già un conto corrente in un altro istituto di credito, dovrai anche comunicare alla nuova banca nella quale vuoi aprire il conto corrente l’IBAN del conto che hai già attivo.

Ricorda che l’istituto di credito ti consegnerà un foglio informativo, che dovrai leggere molto attentamente.

In questo documento vengono descritte tutte le informazioni e le caratteristiche del servizio che stai per sottoscrivere.

Potrai leggere tutte le condizioni del contratto, la presenza di eventuali rischi, le spese che dovrai sostenere per la gestione del conto corrente, se è previsto un rendimento.

Come ti dicevamo in precedenza, a volte alcune di queste condizioni possono essere modificate, in accordo con la banca.

Potrai eventualmente stabilire nuovi costi per le operazioni, diversamente da quanto indicato in origine nel foglio informativo, oppure specificare un nuovo massimo numero per le operazioni che hai a disposizione gratuitamente.

Informati bene con la banca su questi aspetti, prima di firmare il contratto, eventualmente chiedendo aiuto ad un consulente esperto nel settore.

I documenti per aprire un conto online

Ma come fare per aprire conto corrente online?

In questo caso, quali documenti sono necessari per l’apertura conto corrente online?

Ricordati che, se ti interessa avviare una procedura di questo tipo, in genere tutto è molto semplice, perché puoi effettuare il procedimento di apertura del conto da casa avendo a disposizione un computer e una connessione alla rete.

In ogni caso, però, devi sempre fornire all’istituto di credito i documenti necessari per l’apertura del conto corrente.

Si tratta degli stessi documenti di cui ti abbiamo parlato in precedenza.

Se vuoi aprire un conto online, devi fare una scansione di questi documenti e dovrai inviare il tutto all’indirizzo che ti comunicherà la stessa banca.

Cosa serve per aprire un conto postale

Passiamo adesso ad un’altra domanda: cosa serve per aprire un conto corrente postale?

Anche in questo caso sono necessari alcuni documenti, che sono gli stessi di quelli richiesti per l’apertura di un conto corrente in una qualsiasi banca italiana.

Per aprire un conto con Poste Italiane dovrai recarti in una filiale tra tutte quelle sul territorio italiano e compilare il modulo che ti viene fornito dall’operatore.

In aggiunta dovrai consegnare anche una copia di un documento di identità (come la carta d’identità, la patente o il passaporto), una copia del codice fiscale, eventualmente un numero di partita IVA (se ti interessa aprire un conto che utilizzerai nella tua attività professionale).

Con il conto BancoPosta avrai a disposizione una serie di servizi, come la carta per prelievi e pagamenti, un’eventuale carta di credito, il libretto degli assegni e la possibilità di fare bonifici e postagiro.

Cosa succede dopo la consegna dei documenti

Ti abbiamo indicato, quindi, cosa serve per aprire un conto corrente, anche se vuoi effettuare questa procedura online oppure in un ufficio postale.

Dopo aver compreso cosa serve per aprire un conto corrente, vediamo cosa succede nello specifico in seguito alla consegna dei documenti necessari e alla firma del contratto.

La procedura è molto semplice: non dovrai fare nulla di particolare.

La banca ti consegnerà in particolare il contratto e un apposito foglio informativo, che devi conservare accuratamente.

A questo punto il conto corrente, nel giro di poco tempo, è attivo.

TUTTE LE NOSTRE GUIDE: VAI QUI!

Redazione Contocorrente.net
Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here