Conto Corrente Ipotecario: Che Cos’è e Come Funziona!

0
245
conto-corrente-ipotecario-come-funziona

Il conto corrente ipotecario è sempre più ricercato, anche perché ormai fa parte delle varie offerte che normalmente gli istituti bancari mettono a disposizione dei clienti.

Quali sono le caratteristiche peculiari di questo genere di conto e in che cosa differisce dal conto corrente come lo possiamo intendere nel senso più tradizionale del termine?

Cerchiamo di capirne di più, perché alcuni potrebbero essere davvero interessati a saperne di più sui conti correnti ipotecari.

In effetti in certe occasioni può rappresentare davvero un prodotto bancario che può essere molto utile.

Che cos’è il conto ipotecario

Per il conto corrente ipotecario definizione e dettagli molto specifici.

Infatti non dobbiamo intenderlo come un conto corrente di tipo tradizionale, visto che nelle sue caratteristiche somiglia, più che ad un vero e proprio conto corrente, ad un mutuo ipotecario.

Tuttavia, a differenza di quanto avviene con il mutuo ipotecario, questo tipo di conto non prevede come finalità l’acquisto di un immobile.

Oggi può diventare un vero e proprio punto di riferimento per chi ha la necessità di ottenere una certa garanzia di liquidità.

A chi è destinato e quali sono i requisiti

Di solito il conto corrente ipotecario, non è rivolto ai privati, ma spesso è creato appositamente per le imprese.

Infatti sono spesso proprio le aziende ad aver bisogno di una certa liquidità e la banca è disposta a concederla a quelle imprese che mettono a disposizione una garanzia ipotecaria.

Quindi a seguito di un’ipoteca l’istituto di credito dà una disponibilità di denaro ad un’azienda a livello immediato perché l’impresa possa utilizzare la somma ricevuta per il proprio business e per impiegare il denaro nelle transazioni di carattere finanziario di vario genere.

Volendo specificare quali sono i requisiti di accesso al conto corrente ipotecario, possiamo dire che, oltre a trovare un istituto di credito disponibile a questo tipo di beneficio, bisognerebbe avere anche un immobile da porre a garanzia e che quindi non sia già gravato da un’ipoteca.

Inoltre è importante poter contare su un fido per svolgere attività di impresa.

Non tutte le banche sono disposte a fare in modo di concedere un conto corrente ipotecario, per cui è importante cercare la banca più adatta, scegliendo fra quegli istituti con cui l’azienda magari ha instaurato un rapporto continuativo nel tempo.

Ci sono infatti degli istituti che pongono requisiti di accesso più facili, perché hanno delle apposite sezioni che si dedicano al business per le imprese.

Come funziona il conto corrente ipotecario

Il conto corrente ipotecario come funziona?

Cerchiamo di chiarirne gli aspetti più importanti, anche spiegando per il conto corrente ipotecario durata e caratteristiche generali.

Dopo aver trovato l’istituto bancario che è disposto a concedere il conto corrente ipotecario, devi dimostrare che sei in possesso di un immobile da disporre come garanzia.

Quindi devi presentare i documenti che provino tale condizione, in modo che la banca possa verificare che non ci sono altre ipoteche in corso.

A questo punto la banca concede la liquidità di cui hai bisogno sotto forma di una cifra che poi deve essere restituita in maniera graduale attraverso uno specifico piano di ammortamento del debito.

Di solito si segue un ordine decrescente, quindi la disponibilità del fido bancario ha una concessione massima soprattutto all’inizio, nella prima fase.

Per quanto riguarda più in dettaglio la durata, devi tenere conto del fatto che il conto può essere a tempo indeterminato oppure può avere una scadenza.

In genere la formula a cui si fa più ricorso è quella che prevede cinque anni, per poi procedere eventualmente al rinnovo per un altro periodo di tempo.

Vantaggi e svantaggi

Sicuramente il conto corrente ipotecario è un prodotto molto vantaggioso.

Infatti dà la possibilità di ottenere anche somme elevate da utilizzare come liquidità.

In genere tra l’altro il piano di ammortamento per la restituzione del debito non è molto pesante da sostenere, perché vengono applicati dei bassi tassi di interesse.

Il pagamento degli interessi avviene soltanto su importi effettivamente utilizzati e si possono avere anche degli importi superiori, entro sempre dei limiti che vengono preconcordati.

In genere le banche, specialmente gli istituti specializzati in questo tipo di prodotti finanziari, sono disposte a rilasciare l’ottenimento del fido anche nel caso in cui la situazione economica non sia particolarmente agevole.

È giusto però tenere presenti anche alcuni svantaggi in cui si può incorrere, prima di sottoscrivere un prodotto di questo tipo.

Per esempio bisogna tenere conto dei costi legati alla sottoscrizione dell’ipoteca e, fra le spese, bisogna pensare al fatto che le spese notarili sono a tuo carico.

In genere dovresti pagare un’imposta di bollo che è pari al 2% e poi ci sono i costi anche legati, dopo la restituzione del debito, alla cancellazione dell’ipoteca.

La differenza fra conto e mutuo ipotecario

Alcuni tendono a confondere il conto corrente ipotecario con il mutuo ipotecario.

Abbiamo fatto già un accenno, parlando della definizione in tal senso, chiarendo come si tratti di due prodotti differenti.

Infatti il mutuo prevede che l’erogazione della cifra da parte della banca sia finalizzata all’interno di limiti prestabiliti.

In genere si tratta dell’acquisto di un immobile e poi la cifra deve essere rimborsata attraverso delle rate mensili.

Per quanto riguarda il conto, invece, non c’è un fine ben preciso, perché l’imprenditore può utilizzare il denaro come meglio crede.

Inoltre nel conto corrente ipotecario la banca fa soltanto una concessione di disponibilità di denaro che poi il cliente può decidere di utilizzare in toto o in parte oppure può anche decidere di non utilizzarlo completamente.

Chiaramente ci sono degli aspetti in comune, che sono rappresentati dal fatto che in entrambe le situazioni vi è un’ipoteca su un immobile.

In generale però possiamo dire che il conto corrente ipotecario è uno strumento molto flessibile e molto utile soprattutto per chi svolge un’attività d’impresa nell’aiutare a far superare i momenti di difficoltà quando si ha bisogno di liquidità estremamente necessaria per andare avanti con l’attività.

Nel conto corrente ipotecario il debito può variare nel corso della durata, tenendo conto anche delle entrate e delle uscite dell’azienda, per questo si dimostra un prodotto davvero interessante.

Tutte le informazioni sui conti correnti le trovi qui!

Ciao siamo la Redazione di Contocorrente.net. Sul nostro sito potrai trovare tutte le recensioni dei conti correnti, tutte le informazioni riguardanti le banche italiane e estere, e capirai come operare sulle home banking e le App Mobile delle banche. Puoi trovare inoltre guide e strumenti utili in grado di rispondere a molte tue domande! Gestisci al meglio i tuoi soldi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here